Coronavirus, gli ipertesi rischiano 33 volte di più di contrarre il virus

A seguire patologie molto diffuse come dislipidemia, diabete e cardiopatia ischemica

L’Agenzia Regionale di Sanità della Toscana ha pubblicato i risultati di un recente approfondimento, che preoccupano e non poco i pazienti che soffrono di ipertensione: per loro il rischio di contrarre il Coronavirus è superiore di 33 volte rispetto alla popolazione che non soffre della suddetta patologia.

Non sono da meno i malati di dislipidemia, alias colesterolo e trigliceridi alti: per loro il rischio è di 29 volte superiore. 

I diabetici, invece, corrono un rischio di 9 volte superiore ai soggetti sani, mentre i cardiopatici ischemici rischiano 8 volte di più. 

Queste dunque, le categorie da proteggere con maggiore attenzione in questa fase 2, che deve essere affrontata con serietà da istituzioni e cittadini, per scongiurare una massiccia seconda ondata di casi che potrebbe far lievitare un numero già troppo alto di vittime. 

Secondo lo studio dell’ARS le donne muoiono meno, mentre il tasso di mortalità cresce notevolmente, come noto, nelle fasce di età superiori ai 75 anni. Anche in questo caso emerge l’impatto decisivo, in senso negativo, della comorbidità: la presenza di patologie croniche contemporaneamente corrisponde ad un aumento del numero di decessi o quantomeno ad un quadro clinico estremamente più complicato. 

“Quanto ai deceduti – affermano dall'Ars - il dato è quello che rimane ancora piuttosto stabile: stiamo ancora osservando le conseguenze di una parte dei casi emersi durante la terza settimana di aprile, che avevano presentato condizioni cliniche gravi”. 

Le patologie analizzate dall’Agenzia Regionale di Sanità della Toscana, possono essere contenute con lo stile di vita sano.

In questo delicato momento storico emerge chiaramente l’importanza della prevenzione primaria: mangiare cibi sani e svolgere attività fisica può essere la chiave per non ammalarsi e per tutelare al meglio la nostra salute. 

Sapevi che il Villaggio della Salute promuove la prevenzione primaria in tutte le sue attività?

 Prenota la VideoVisita Nutrizionale GRATUITA con Esame Antropometrico

Fai la richiesta: ti ricontattiamo noi!

COMPILA IL MODULO