Assistenza Clienti whatsapp dal lun al ven 9 - 18

Medicina Integrata, Rompietti: "Finalmente passi in avanti"

"Approccio Olistico mira al benessere globale dell'individuo"

Le terapie frutto della medicina integrata, sempre più sofisticate e personalizzate, hanno fatto fare passi da gigante alla cura del cancro, con risultati straordinari in termini di sostegno alla cura del paziente. Negli ultimi vent’anni, in Europa e negli Stati Uniti, si è assistito ad un costante incremento dell’impiego di tale terapie: negli USA, 62 pazienti su 100 vi fanno ricorso e la soddisfazione degli utenti è superiore all’80%.


In quest’ottica il Servizio di Terapie integrate del Centro di Senologia del Policlinico di Roma ha messo a disposizione una serie di proposte terapeutiche complementari gratuite (fitoterapia, sostanze naturali, omeopatia, Qi-gong) o inserite nel SSN (agopuntura, fisioterapia) per aiutare le donne con tumori mammari o ginecologici a svolgere il proprio percorso di cura in modo meno faticoso e ridurre sensibilmente gli effetti collaterali della chemioterapia e radioterapia, con conseguenti ricadute positive sull’esito stesso delle cure. 


“Un ringraziamento speciale è rivolto al Policlinico Universitario A. Gemelli per come applicano la medicina integrata, fondamentale nell’aiutare le pazienti a diminuire gli effetti collaterali di farmaci per la cura di tumori mammari o di tipo ginecologico. I risultati ottenuti ad oggi sono ottimi - ha sottolineato Daniela Rompietti, responsabile Discipline Olistiche de Il Villaggio della Salute. Finalmente si sta sempre più sviluppando e attuando l'integrazione tra la medicina tradizionale e la medicina olistica che agisce sul potenziamento del sistema immunitario, come nel caso della riflessologia plantare. Quest'ultima aiuta a contrastare gli effetti dei farmaci oncologici perché riequilibra l'intero organismo attraverso la stimolazione di punti riflessi corrispondenti alle zone del corpo, migliorando così l'attività cardiaca, l'attività digestiva e l'attività intestinale. Possono migliorare anche la qualità del sonno, la circolazione sanguigna, si possono avere meno dolori articolari e stati d'ansia. Ma è riduttivo semplificarla in questo modo, perché gli effetti benefici della medicina olistica possono essere molteplici: per questo motivo l'integrazione tra medicina ufficiale e quella olistica si rende necessaria ed opportuna visto che tantissimi studi effettuati sui pazienti dimostrano ampiamente la possibilità di ottenere risultati eccellenti”.


Molti studi hanno dimostrato come l’approccio integrato potrebbe essere particolarmente utile anche nel ridurre la spesa sanitaria, non soltanto per i bassi costi delle metodiche impiegate, ma anche perché la riduzione degli effetti collaterali legati alla patologia tumorale e ai trattamenti oncologici contribuisce ad una maggiore aderenza delle pazienti ai piani di trattamento, con riduzione della necessità di assumere farmaci di sostegno (ad esempio antinfiammatori). 


“Possiamo altresì dire che l'approccio olistico é molto efficace nella prevenzione in quanto lavora sulla persona nella sua totalità e non solo sul sintomo. L'operatore olistico si basa su un modello di benessere che riguarda mente e corpo, adottando una visione globale dell'individuo. Negli Stati Uniti la medicina integrata sta riscontrando sempre più successo. Molti medici americani hanno dichiarato di utilizzare protocolli nutrizionali , integratori  alimentari , varie discipline olistiche , integrandole con la medicina ufficiale”. 


Redazione



Il Villaggio della Salute

Chi siamo |  I nostri professionisti