Assistenza Clienti whatsapp dal lun al ven 9 - 18


Osteopatia come PREVENZIONE

Perché usare l’osteopatia come prevenzione posturale e non solo.


Sono 10 milioni gli italiani che si rivolgono a un osteopata per curarsi. È quanto emerge dalla ricerca “Gli italiani e l’Osteopatia” dall'Istituto Eumetra Monterosa. Tuttavia, pochi utilizzano l’osteopatia come prevenzione, ma solo quando si presentano dei sintomi. Questa branca della medicina è, invece, fondamentale per la prevenzione posturale e non solo, in quanto ci aiuta a mantenere uno stato di equilibrio psico-fisico. 

 
 


Per capire esattamente come funziona, abbiamo intervistato Arcangelo Landi, D.O. (osteopata) esperto in Rieducazione posturale globale. " Lo stress a cui siamo quotidianamente sottoposti" spiega Landi, "unito alle posizioni sbagliate che assumiamo durante la giornata, possono causare dei blocchi articolari e viscerali". Se sono legati a un episodio sporadico non c'è nulla di cui preoccuparsi ma, qualora dovessero persistere nel tempo, potrebbero provocare una riduzione del movimento o addirittura un blocco creando vere e proprie patologie. "Pensiamo alle scoliosi, alle ernie, a quelle iatali e alle protrusioni dei dischi intervertebrali causate proprio da questi blocchi" precisa D.O. Landi. Un'alterazione della postura corretta, tra l'altro, potrebbe alterare anche il funzionamento degli organi interni: se si altera il contenitore (apparato muscolo- scheletrico) si altera anche il contenuto (visceri, organi).



Ma quali sono gli errori da evitare per una buona prevenzione posturale?

"Il nostro corpo è fatto per stare in attività, invece passiamo troppo tempo seduti, abbiamo una muscolatura poco tonica e poco capace di allungarsi" spiega l'esperto Landi. In questo senso interviene l'osteopatia come prevenzione, in particolare come prevenzione posturale: "E' importante farsi trattare da un professionista che, dopo un'accurata visita e trattamento, dia degli esercizi personalizzati in quanto ognuno di noi ha un "range" di movimento articolare diverso dall'altro, a seconda della storia del proprio corpo e della propria psiche; gli esercizi personalizzati hanno lo scopo di mantenere il risultato ottenuto tramite il trattamento osteopatico". L'osteopatia e la rieducazione posturale, quindi, agiscono su tutte quelle articolazioni, gli organi e le visceri che hanno un grado di mobilità alterata a causa delle informazioni neurologiche e delle cattive abitudini che il nostro corpo prende. Per prevenire questi blocchi sono sufficienti tre o quattro sedute all'anno soprattutto per chi non ha patologie conclamate o alterazioni importanti. "Prendersi cura di se stessi significa innanzitutto non ammalarsi: avere cura del proprio corpo è il primo atto di amore verso noi stessi" conclude il D. O. Arcangelo Landi.